PAVIA: UNA SERATA DI TEATRO E MUSICA CON PAMELA VILLORESI PER I 40 ANNI DEL COLLEGIO S. CATERINA DA SIENA

08/nov/2013 11:17:43 Agenzia Giornalistica Epoché Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

PAVIA. Un evento speciale per ricordare i 40 anni dall’inaugurazione del Collegio Universitario S. Caterina avvenuta il 15 novembre 1973. Venerdì 15 novembre alle ore 21 presso la Chiesa di Santa Maria del Carmine  è in programma una rassegna di letture di lettere cateriniane affidate alla voce e all'interpretazione di Pamela Villoresi. Si terrà inoltre una presentazione di brani scelti dall'opera lirica Santa Caterina da Siena scritta nel 1939 dal compositore Sante Zanon su libretto di Carlo Dozzo. Gli interpreti sono alcuni allievi dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Franco Vittadini, guidati dalla loro insegnante Doina Dinu e accompagnati al pianoforte da Paola Barbieri.

 

Pamela Villoresi è uno dei volti femminili più noti del teatro italiano, debutta nel 1970, all’età di tredici anni. Viene chiamata da Giorgio Strehler con cui lavora per Il campiello di Goldoni al Piccolo Teatro di Milano. Da quel momento inizia una affermata carriera come attrice strehleriana (Arlecchino servitore di due padroni, Temporale, Minna von Barnheim, Baruffe chiozzotte, L’isola degli schiavi, Le utopie di Marivaux), lavorando anche per il cinema. Nel 1977 viene premiata al Festival di Saint Vincent come miglior attrice esordiente per il film di Marco Bellocchio Il gabbiano. A teatro interpreta Desdemona nell’ Otello di Vittorio Gassman, e poi è al fianco di Nino Manfredi in Gente di facili costumi. Nel 1986 interpreta per il teatro di Gibellina la Didone di Christopher Marlowe, con la regia di Cherif, recitando anche in arabo e conquistando la critica. Nel 2004 è insignita del Premio Gassman per lo spettacolo Tre sorelle di Anton Čechov. Da qualche anno presenta, con le poesie, festival musicali come il MANTOVAMUSICAFESTIVAL, il festival di Monaco di Baviera, “Le 10 giornate di Brescia” per la musica classica e contemporanea. Per RAI 1, ha girato lo speciale su Fabrizio De Andrè. Nel ‘92 è stata la direttrice artistica del “Festival delle Ville Tuscolane”, dal 2003 al 2005 del “Festival dei mondi” a Castel del Monte e Andria e  ora dirige “Arie di mare” a Monte Argentario. E’ membro della giuria del Premio Lerici Pea per la Poesia e presidente di giuria per il premio letterario S.Barbara.

 

Sante Zanon (1899 – 1965) studia composizione presso il liceo musicale di Venezia con il M° Francesco de Guarnieri e nel 1921 si diploma in composizione a Bologna. Nel 1924 consegue il diploma di canto corale presso il Conservatorio di Venezia. Frequenta poi i corsi di alta composizione tenuti da Gian Francesco Malipiero. Fino al 1939 svolge fervida attività a Treviso come compositore, direttore di coro e d'orchestra. Compone opere sinfoniche, messe, oratori, mottetti, studi per concerto, cantate, musica da camera. Un suo quartetto riceve il primo premio nel concorso nazionale del 1937 a Verona; compone melodrammi e sacre rappresentazioni. Santa Caterina da Siena del 1939 viene definita dal Maestro Gavazzeni "tra i migliori lavori usciti dal teatro italiano in questi ultimi tempi". Nel 1938 gli viene conferita per "chiara fama" la cattedra di composizione e canto corale al Conservatorio "Benedetto Marcello" di Venezia. Contemporaneamente viene nominato Maestro stabile del Coro del Gran Teatro "La Fenice"; terrà questi due incarichi per 25 anni, fino alla morte. Il passaggio a Venezia lo porta a contatto con musicisti e artisti di fama internazionale. La sua maestria quale direttore del coro gli ottiene l'elogio e il riconoscimento di molti compositori (tra i quali Stravinskij) e dei più illustri direttori d'orchestra, e vasto riconoscimento all'estero. Le sue opere vengono eseguite con successo di critica e di pubblico durante le stagioni d'opera e di concerti al Gran Teatro "La Fenice" e in occasione di festival e rassegne nazionali e di musica contemporanea, all'estero e in trasmissioni radiofoniche. Ricordiamo: Il Cantico di Santo Francesco, gli Idilli paesani, La Matrona di Efeso, Sequenza, La Decapitazione di Nicolò di Toldo, Tre Tempi mistici, Canti Asolani, Catulli Veronensis Carmina, Momenti di Polifonia gregoriana, Canti Leopardiani, Ricercare toccata e fuga, Concerto per pianoforte e orchestra. È nominato fiduciario dell'Accademia di musica contemporanea e accademico dei Lincei. La Scala di Milano lo invita insistentemente ad assumere la direzione di quel coro. Muore a Venezia il 29 gennaio del 1965, dopo aver appena concluso il suo ultimo lavoro teatrale in forma di sacra rappresentazione, San Francesco.

 

Il Collegio Universitario S. Caterina, sorto nel 1973 per iniziativa della Diocesi di Pavia, in adempimento a un desiderio di Papa Paolo VI, il Collegio Universitario S. Caterina da Siena festeggia nel 2013 il suo quarantennale. Il Collegio nacque per agevolare il percorso formativo, e non semplicemente gli studi, di giovani universitarie. Un progetto che risale agli anni Cinquanta del secolo scorso, e che per quell’epoca era del tutto innovativo. Grazie all’intraprendenza, nutrita di carità, delle persone che sin dall’inizio hanno raccolto questa sfida, si sono ampliate man mano le potenzialità e le offerte formative. Oggi il Collegio, eretto in Fondazione nel 1991, è membro della Conferenza dei Collegi Universitari riconosciuti dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e figura tra gli Enti consorziati fondatori dell'Istituto Universitario di Studi Superiori (I.U.S.S.) di Pavia promossa i collaborazione tra Università, Collegi e Ministero dell'Università e riconosciuto dal Ministero stesso come Scuola Normale. Dall’anno accademico 2010-2011 alla sede storica di Via San Martino è stata affiancata la Residenza Universitaria Biomedica presso il Polo Cravino, nata allo scopo di offrire un ambiente qualificato sotto il profilo culturale e formativo a studentesse e studenti di ogni provenienza impegnati in facoltà o studi biomedici.

 

PROGRAMMA. Inizio ore 21 INGRESSO LIBERO. Chiesa di Santa Maria del Carmine (Piazza del Carmine)

 

VOCI PER CATERINA

Letture di Pamela Villoresi

Selezione dall’opera Santa Caterina da Siena

Leggenda breve in forma di Sacra Rappresentazione di Carlo Dozzo

Musica di Sante Zanon

 

Caterina: Eleonora Alberici  soprano

Gesù Cristo: Francesco Malanchin tenore

La Priora: Julia Schramm  mezzo soprano

Lisa: Young A Oh soprano

La Madonna: Anna Gaspa soprano

Una mendicante: Francesca Pellegrino soprano

Una mendicante: Wei Qian soprano

Una mendicante: Aneta Zemanova soprano

Maestro Giovanni: Alessandro Nuccio baritono

Messer Matteo: Gaetano Pappalardo

Il Papa: Andrea Mastretta

 

Maestro collaboratore: Paola Barbieri

Regia musicale: Doina Dinu

Costumi di: Flora Boarin e Stefania Nogara

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl