Ragdoll, il gatto ideale per la vita in famiglia

11/nov/2021 16:17:54 Gatti Ragdoll Silmarilions Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 30 giorni fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Non c'è alcun dubbio: con un gatto in casa, la vita diventa più bella. Gioia, energia positiva, presenza, affetto: questi pelosi sono davvero dei compagni ideali.

Ciò è vero soprattutto quando si sceglie un Ragdoll. Di aspetto magnifico, la razza Ragdoll è il risultato di una lunga selezione operata nel secolo scorso dall'allevatrice statunitense Ann Baker allo scopo di eliminare tutti i lati più "spinosi" del carattere dei felini, come l'aggressività e la diffidenza.

In anni di incroci, la Baker ha ottenuto un gatto eccezionalmente buono, paziente, amorevole e fiducioso, in grado di eguagliare (e in molti casi, anche di superare) la capacità di devozione del cane. Bello dentro e bello fuori, quindi: non a caso, il Ragdoll viene impiegato con successo nella pet therapy.

La sua commovente devozione all'essere umano, infatti, riscalda il cuore e riempie i vuoti affettivi: accanto ad un compagno così è impossibile sentirsi soli, inutili o abbandonati.

E' quindi la dolce metà perfetta per l'anziano, il disabile, l'ammalato e la persona emotivamente fragile. La sua giornata ideale? E' quella trascorsa in braccio al padrone, tra coccole e sonnellini.

Intelligente e docile, impara in fretta il linguaggio umano e può essere educato facilmente. Non sopporta di essere separato dal suo umano o comunque di stare solo, quindi è consigliabile adottarlo solo se almeno un componente della famiglia resta sempre in casa.

Ragdoll, il gatto ideale per la vita in famiglia

Si adatta ai cambiamenti senza alcun problema, ed è disposto a tutto pur di seguire i suoi cari, quindi no problem se partite per le vacanze e volete portarlo con voi.

La stessa "flessibilità" è nel suo temperamento: tranquillo e silenzioso, in presenza di bambini si trasforma, diventando curioso e giocherellone.

Dato che non è mai aggressivo, anche i più piccini potranno interagire con lui in sicurezza: è però molto importante insegnare loro a non abusare della sua pazienza e a trattarlo sempre con il massimo rispetto.

Ciò vale anche per i grandi: se trascurato o rimproverato, infatti, il Ragdoll soffre profondamente e si chiude in sé stesso.

Bisogna quindi stare sempre attenti a non ferire i suoi sentimenti. Occhio anche agli incidenti domestici: la selezione, infatti, ha eliminato dalla razza il senso del pericolo tipico del felini.

La casa, quindi, deve essere rigorosamente "a misura di Ragdoll", con mobili e oggetti sicuri e con barriere di protezione a balconi, scale e finestre.

A differenza degli altri gatti, inoltre, il Ragdoll non sa cadere in piedi, quindi tenetelo sempre saldamente quando è in braccio ed eliminate da ogni stanza della casa ogni possibile fonte di rischio.  

Per saperne di più >>
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl